Mimma Santarsiero < Auriko

 

 

 

 

 

Sono nata ad Avigliano, paese dell’Appennino lucano, a circa 1000 metri di altezza.

 
“Pe ‘r vie ‘re lu pantane
canta lu griDD a canta la rana
canta la femmena a lu ‘uaDDone
canta e balla lu scuarafone.”
 

Angelo Santarsiero

Avigliano Pantano (non restaurato)


Ogni volta che torno in Lucania mi lascio affascinare dal paesaggio, dalle vedute lucane. Cerco sempre alcuni paesaggi di riferimento.

D’inverno c’era sempre la neve ed era bellissimo.

cliccare per ingrandire------>

regali di natale ricette cucina weihnachtsgeschenke adventskalender, Kochrezepte
Canto da sempre perché nella mia famiglia si cantava molto e ci si riuniva spesso per cantare e mangiare tutti insieme.  
Poi ho studiato pianoforte e canto.

 

Devo tutto il patrimonio musicale popolare lucano che conosco a mio zio, Angelo Santarsiero, appassionato ricercatore e raccoglitore della musica popolare aviglianese, lucana e del Sud. E poi a mio padre e a tutti gli zii e cugini di Avigliano.

Sono stata allieva di Diego Carpitella, cattedra di Etnomusicologia all'Università "La Sapienza" di Roma.

Ho seguito la storia musicale di Antonio Infantino, che considero uno dei mei maestri.

Con Volker, mio marito, ci siamo incontrati al Canzoniere Magliana.


Tutti e due eravamo interessati ai canti sociali, ma ci piaceva moltissimo la canzone popolare, in particolare quella napoletana e campana in generale. Così per un certo periodo abbiamo fatto ricerca insieme nel Sud, sopratutto in Campania, dove abbiamo conosciuto e lavorato insieme a ‘ E Zezi e alle Nacchere Rosse. La nostra ricerca è continuata in Germania e poi di nuovo in Italia.

con Marcello Colasurdo


Scaricatevi questa bellissima Ninna nanna lucana che Volker e io abbiamo registrato nel 1978.


download mp3
(3.7mb)


Durante il mio periodo tedesco, ho contribuito alla nascita del gruppo di musica popolare tedesca e bavarese “ Die Gedanken sind frei”, nel cui repertorio erano integrati anche alcuni pezzi lucani e alcune tammurriate. Abbiamo fatto parecchi concerti in tutta la Germania; ne ricordo uno memorabile a Düsseldorf dove, di fronte a circa 3000 persone, abbiamo riscosso un grande successo con una nostra interpretazione de  “a Flobbert” di e’ Zezi.
Ho continuato in Italia a fare ricerca, mentre collaboravo attivamente alla nascita del Laboratorio Musicale Cinecittà - Rinascenza e alle lotte per l’Istituto Luce. (vedi pagina Volker)


con Lucilla Galeazzi
Dopo un lungo periodo di silenzio, ho ripreso a cantare ne “L’Albero del canto”, coro polifonico di canti popolari e sociali, diretto da Lucilla Galeazzi, in cui sono diventata subito solista.

Alla fine del 1999 sono stata fra i soci rifondatori, insieme a tanti altri artisti capeggiati’ da Sandro Portelli,  dello storico “Circolo Gianni Bosio”.


Nel 2000 ho cominciato a studiare canto con Nando Citarella.

 
 

“Chi tène tanta carrine sempe conta.
Chi tène bona migliera sempe canta!” 


“Quann’ la pernic’ canta a chiove, ia segn’ l’acqua.”
Avigliano Lavatoio del Pantano /1867


potete informarvi sugli ultimi sviluppi
nella pagina .....
>> concerti <<

 

Download Flashplayer >>

Home l Auriko l Discografia l Concerti & Eventi l Bazaar l Contatti l Credites